Comprato ed allocato il freezer che servirà come camera di fermentazione delle prossime birre, è ora di assemblare e mettere in funzione un termostato per far funzionare tutto e per far si che la cella mantenga la temperatura voluta.

In pratica avremo un termostato STC-1000, nel quale andremo a regolare la temperatura di fermentazione voluta e questo si preoccuperà di far accendere il freezer in caso la temperatura attuale sia piu’ alta di quella target, o un cavo riscaldante da 100watt per acquari in caso fosse troppo freddo.

Per assemblare il tutto, come vedrete, è necessaria un minimo di conoscenza elettronica/elettrica.

Materiale Necessario:

– Un termostato STC-1000 (acquistabile su Ebay QUA dall’Italia a 20 euro)

– Due contattori NO (Normalmente Aperto) da 25A (acquistabili su Ebay QUA dall’Italia a 9,70 euro l’uno; alcuni li omettono, ma si rischia che la potenza richiesta dal freezer per accendersi sia troppa, con conseguente rottura del termostato; per 20 euro io ho preferito inserirli su entrambi i canali in modo che il sistema possa essere utilizzabile in ogni tipo di contesto).

– Una scatola per circuiti (Io ne avevo una piu’ piccola in casa ma QUA ne trovate una piu’ adeguata, con pareti liscie e di misura selezionabile).

– Un Portafusibile per poter inserire un fusibile di sicurezza sulla FASE in ingresso al circuito (ad esempio QUESTO ).

– 2 PRESE (per attaccare sistema riscaldante e raffreddante) e un INTERRUTTORE in modo da poter accendere o spegnere l’impianto.

– FILI e SPINE per l’assemblaggio.

Ok, ora è necessario fare i buchi nella scatola per potervi inserire il termostato e le prese e interruttore e per far uscire il cavo di alimentazione e quello della sonda di temperatura.

Poi seguire questo schema per l’assemblaggio:

Lo schema lo trovai tempo fa sul forum Mr-Malt. Era un post del 2003 e non ricordo l’utente che lo posto’. Me ne approprio e in caso resto disponibile a citarne il nome (che non sono piu’ riuscito a trovare).

Per eseguire il montaggio io ho iniziato guardando tutti i “pallini” dello schema, e li ho connessi tutti assieme tramite dei morsetti. In questo modo ho eliminato gran parte del lavoro evitando di dover fare tanti collegamenti. Poi ho proceduto a collegare tutti i fili del termostato e, uno alla volta, li ho portati dove dovevano andare. Poi tutto il resto seguendo alla lettera l’immagine.
Unica aggiunta a questo schema è, come detto, un fusibile di sicurezza sulla linea della FASE, subito prima dell’interruttore che accende e spegne tutto il sistema.

Fusibile di sicurezza attaccato tramite due morsetti a mammut.

 

Il termostato nel suo insieme.
Vista generale del circuito nell’insieme
Vista generale dal davanti
Termostato STC-1000
Dettaglio del morsetto che unisce tutti i fili della terra
E della fase
Dettaglio dei contattori